CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

le nostre città invisibili

 

ico educazione internaitacit 1Le nostre città invisibili. Incontri e nuove narrazioni del mondo in città

 

DOVE

Italia, città di Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Pavia, Roma, Torino

 

DURATA

18 mesi

 

 

CONTESTO

L’Italia è il Paese al mondo con minore conoscenza del fenomeno migratorio. Oltre ad una percezione scorretta del fenomeno stesso, si rileva una profonda disinformazione rispetto alle identità culturali e culture di cui i migranti sono portatori, a cui si unisce l’utilizzo di una terminologia connotata negativamente che legittima episodi di esclusione o criminalizzazione dei migranti. Nonostante la presenza di cittadini stranieri sul territorio nazionale sia rimasta quasi invariata durante gli anni dell’emergenza sbarchi (dal 2014 in poi), frequentemente si associa il fenomeno della migrazione al concetto di invasione, sia per l’attenzione mediatica e la politicizzazione del tema, sia per una scorretta conoscenza dei numeri (numero dei richiedenti asilo, persone sbarcate). A fronte dell’impressionante divario tra percezione e realtà, risulta sempre più necessaria una narrazione del fenomeno migratorio che utilizzi dati corretti, valorizzi i contributi positivi e indichi soluzioni sostenibili per trasformare l’accoglienza dei migranti in un’opportunità per il futuro del Paese, anche al fine di disinnescare le occasioni di conflitto e di salvaguardare la coesione sociale.


 

obiettivi

Obiettivo generale:

  • Contribuire al contrasto di rappresentazioni scorrette e discriminanti delle migrazioni e della diversità culturale.

Obiettivo specifico:

  • Cittadini e attori chiave della narrazione pubblica partecipano a percorsi fisici e virtuali di incontro interculturale e di narrazione positiva della diversità culturale.

 


 

ATTIVITà

  • Coordinamento metodologico e studio sull’impatto degli itinerari interculturali Migrantour
  • Aggiornamento e rilancio itinerari interculturali
  • Formazione e tutoring accompagnatori interculturali
  • Realizzazione itinerari interculturali per la cittadinanza
  • Percorsi di informazione e sensibilizzazione per giornalisti
  • Facilitazione rete e scambio buone pratiche tra amministrazioni locali
  • Realizzazione itinerari interculturali dedicati ad attori chiave
  • Social media contest per giovani creativi
  • Campagna nazionale web di sensibilizzazione
  • Eventi territoriali di sensibilizzazione e promozione

 


 

IMPATTO

Destinatari diretti:

  • 100 migranti, 6.400 cittadini, 75 giornalisti, 1.000 operatori sociali, 1.500 insegnanti, 300 rappresentanti/funzionari di Enti Locali, 400 rappresentanti della società civile e istituzioni, 500 giovani, 1.000.000 di cittadini

Destinatari indiretti:

  • Almeno 2.000.000 di cittadini delle varie città coinvolte

 


 

IL PROGETTO IN SINTESI

Valore complessivo:
555.244 €

 

Finanziatore principale:

 

aics logo

Partner:

Oxfam Italia

Fondazione Pubblicità Progresso

Fondazione ISMU

Viaggi Solidali Società Cooperativa Sociale

Casba Società Cooperativa Sociale

Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto

Associazione Next Generation Italy

Associazione Trame di Quartiere

Comune di Milano

Città di Torino

International Research Centre on Global Citizenship Education – Università di Bologna.

 

 

 

oltre al progetto

 

>>> Condividi e partecipa alla campagna nazionale #IntegrAction

>>> segui la pagina fb di Migrantour per avere aggiornamenti sul progetto

>>> Corso per Giornalisti nella XV Settimana di azione contro il razzismo