CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Tuk tuk sostenibili

TuK TUK SOSTENIBILI

 

ico ambiente internaindtuk 1

Verso un sistema di risciò a motore sostenibilE: attivare stili di vita sostenibili per ridurre la povertà nelle zone urbane in India

 

DOVE

 

India
Bangalore e Chennai

 

DURATA

 

Da marzo 2016 a febbraio 2020

 

CONTESTO

I risciò a motore, i cosiddetti tuk tuk, sono caratteristici mezzi di trasporto delle città indiane, divenuti ormai indispensabili per la mobilità urbana di milioni di persone.
La mobilità, nel nostro secolo, è considerata un nodo cruciale per la promozione di stili di vita più sostenibili. Il settore dei risciò a motore potrebbe svolgere un ruolo chiave nel modellare un ecosistema di trasporto urbano sostenibile, tuttavia presenta ancora grossi limiti poiché non risponde in modo efficiente alle mutevoli dinamiche della mobilità e non prevede ancora un modello sostenibile e non inquinante.
Questa situazione coniugata ad una gestione inadeguata del settore, crea notevoli problemi sia ai conducenti sia ai passeggeri, con conseguenze negative a livello economico, ambientale e sociale. Il progetto utilizza un modello di lavoro basato sull’impresa sociale per promuovere sul mercato dei tuk tuk più sostenibili (dal punto di vista sociale, economico ed ambientale) quale opzione di trasporto pubblico replicabile vantaggiosamente in altre città.


 

OBIETTIVI

Obiettivo generale:

  • Promuovere stili di vista sostenibili e ridurre la povertà limitando le emissioni di CO2 e l'inquinamento atmosferico in India.

Questo progetto vuole da un lato influenzare le scelte dei consumatori in materia di mobilità, e dall’altro migliorare le condizioni di vita dei conducenti dei risciò, i quali sono considerati tra le fasce di popolazione più emarginate e a basso reddito della società indiana.

Obiettivo specifico:

  • Promuovere l’espansione di un modello di trasporto pubblico integrato e replicabile basato su tecnologie pulite che sia efficace nell’indurre passeggeri ed operatori (conducenti di risciò e service providers) ad adottare pratiche sostenibili di consumo e produzione (SCP- Sustainable Consumption and Production practices) dapprima nelle metropoli di Bangalore (Karnataka State) e Chennai (Tamil Nadu State) e nel lungo periodo in molti altri insediamenti urbani.

Il progetto fornisce una soluzione integrata in cui ciascuno dei singoli componenti (consumatori beneficiari, service design, servizi finanziari, canali alternativi di reddito) rafforzi gli altri.

L'azione sarà volta a indirizzare i consumatori verso scelte più responsabili contribuendo in tal modo ad un'economia verde, a sostenere le PMI di conducenti di auto-risciò, a diffondere le pratiche SCP (acquisto di risciò con motori migliorati) con ricadute positive tangibili e misurabili a livello ambientale (riduzione CO2 ed emissioni PM10).

 


 

attività

  • Campagne di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile e sull’utilizzo del risciò. Sviluppo di una strategia di marketing per la vendita di spazi pubblicitari sui risciò a motore.
  • Creazione e potenziamento di organizzazioni di autisti di risciò a motore. Sviluppo di schemi assicurativi per gli autisti di risciò a motore.
  • Formazione per i conducenti circa l’accesso ai prodotti finanziari.
  • Analisi e calcolo del carbon footprint dei risciò a motore a quattro tempi.
  • Comune definizione di una strategia di CSR per la promozione di risciò a motore “green”.
  • Avviamento di accordi tra le organizzazioni di autisti e fabbriche di risciò per facilitare l’acquisto di risciò a motore eco-friendly.
  • Studi comparativi e scambio di best practices in Europa e Asia, sulla regolazione del trasporto urbano.
  • Sessioni partecipative sull’analisi degli ostacoli che impediscono la piena implementazione delle policy. Sessioni di capacity building per autorità locali e statali e seminari per reti nazionali e piattaforme di informazione.
  • Identificazione e diffusione di strumenti di policy che migliorino la cornice normativa e negoziazione di accordi di massima per azioni comuni con gli stakeholder per la promozione della mobilità sostenibile e dei risciò a motore.

 


 

IMPATTO

Beneficiari diretti:

  • 13.000 autisti di risciò a motore, almeno 75.000 persone nelle due città di Bangalore e Chennai.

Beneficiari indiretti:

  • fabbriche di risciò a motore, autisti, famiglie degli autisti di risciò a motore, service provider come banche, compagnie assicurative, ecc. Persone che vivono nelle aree interessate dal progetto, autorità locali/statali/nazionali, partner locali, turisti e intermediatori turistici.

 

sostenibilità

L’uso di risciò a quattro tempi è più sostenibile su tutti e quattro i livelli analizzati:

  • Livello tecnologico e ambientale. La performance di un risciò a quattro tempi è più alta rispetto a quella di un due tempi: l’efficienza del carburante è più elevata di almeno il 20% e le emissioni di CO2 sono più basse del 30%. Il numero di risciò a quattro tempi aumenterà del 5%: circoleranno 10.000 veicoli più puliti. Sarà introdotto un sistema di misurazione della riduzione di emissioni di CO2, base per un cambiamento sempre più invasivo.
  • Livello economico e finanziario. Il progetto contribuirà al miglioramento delle condizioni economiche dei conducenti e delle loro famiglie, oggi marginalizzati. Inoltre, aumentando il loro reddito, i conducenti potranno avere anche accesso a prestiti a basso tasso di interesse da parte delle istituzioni finanziarie, cosa che permetterebbe di avere dei risciò di proprietà, che non farebbe preoccupare delle spese di affitto e che li renderebbe bancabili.
  • Livello sociale. La campagna di sensibilizzazione, che coinvolgerà 2.500.000 cittadini urbani e 10.000 turisti, incrementerà il numero di guidatori proprietari di un risciò a quattro tempi e porterà i passeggeri a preferirli, in quanto modello di trasporto urbano sostenibile. Inoltre, promuovendo l’inclusione sociale, favorendo il possesso di veicoli e accedendo a schemi assicurativi si promoveranno l’inclusione sociale e l’empowerment dei guidatori.
  • Livello politico: il progetto contribuirà ad aumentare la consapevolezza e le capacità delle autorità rispetto alle politiche di trasporto urbano, sia nella fase di policy-making che nella fase di auditing. Il progetto catalizzerà la definizione di due documenti (il CSR Voluntary Code of Practice e il Sustainable auto-rickshaw Action Plan) che saranno firmati dai policy-maker e dai principali stakeholder e che contribuiranno a migliorare la normativa inerente.

 

IL PROGETTO IN SINTESI
Valore complessivo:
1.554.742,10  €

Finanziatore principale:

 SWITCH Asia logo

Partner :
  • The Energy and Resources Institute (TERI)
  • Stichting Enviu Nederland( Enviu Foundation)
  • WHAD (Women Health and Development)

 

oltre al progetto


>>> al momento non ci sono altri contenuti disponibili


 

Punjab: la scuola incontra lo sviluppo

Punjab: la scuola incontra lo sviluppo

 

icona educazionebambini a scuola

Miglioramento delle condizioni di vita dei minori in 21 villaggi nella municipalità di Nabha, stato del Punjab – India

 

DOVE

 

India
Stato del Punjab, Distretto di Patiala, Municipalità di Nabha

 

DURATA

 

Dal 1 dicembre 2010 al 30 giugno 2013

 

CONTESTO

I problemi principali che affliggono milioni di bambini in India sono in massima parte costituiti dalla povertà, dalla malnutrizione e dalla morbilità nonostante alcune malattie potrebbero essere debellate attraverso la distribuzione di vaccini. Inoltre, nello Stato del Punjab si registra un tasso di alfabetizzazione del 56,2% relativo alle caste più vulnerabili, dato che si accentua se riferito alle bambine. Il progetto mira a migliorare le condizioni di vita di bambini in età scolare della municipalità di Nabha promuovendo, grazie alla collaborazione con Intervita Onlus, un programma di sostegno a distanza in 21 scuole nelle zone rurali dell'area di intervento attraverso un approccio di tipo integrato. Si intende, in particolare, offrire a bambini un migliore contesto educativo, il quale sia più salubre, protetto e in grado di rispondere alle loro esigenze formative. Nel quadro di questo approccio integrato si creeranno maggiori opportunità di sviluppo economico per sia per le famiglie dei bambini coinvolti nel progetto, sia per altri nuclei famigliari grazie al sostegno della produzione tessile e della coltivazione biologica. Infine, in uno dei villaggi coinvolti si provvederà a costruire e realizzare un impianto idrico in grado di soddisfare il bisogno di acqua potabile.


 

OBIETTIVI

  • Il progetto mira a migliorare le condizioni di vita di bambini in età scolare della municipalità di Nabha promuovendo, grazie alla collaborazione con Intervita Onlus, un programma di sostegno a distanza in 21 scuole nelle zone rurali dell'area di intervento attraverso un approccio di tipo integrato.

 

ATTIVITA'

Componente educativa:

  • Riabilitazione di infrastrutture scolastiche e fornitura di librerie e materiale didattico.
  • Formazione agli insegnanti.
  • Redazione di materiale di comunicazione e sensibilizzazione per la formazione degli insegnanti.
  • Redazione di una campagna di sensibilizzazione sanitaria nelle scuole e nelle comunità.

Componente di sviluppo economico:

  • Elaborazione di un modello di distribuzione commerciale per i prodotti agricoli biologici.
  • Formazione tecnica agli agricoltori biologici e accompagnamento tecnico per l'ottenimento della certificazione biologica.
  • Elaborazione di uno studio per identificare la strategia di marketing più adatta alla produzione e distribuzione di prodotti tessili.
  • Formazione tecnica e supporto alla commercializzazione dei prodotti tessili rivolti alle donne coinvolte nel progetto.
  • Appoggio alla creazione di gruppi femminili di mutuo aiuto.

Componente di accesso all'acqua:

  • Realizzazione di uno studio di fattibilità e di un piano operativo per la realizzazione di un impianto di fornitura idrica e formazione allo staff tecnico e gestionale dell'impianto.
  • Sensibilizzazione presso le comunità locali sul corretto uso dell'impianto e delle risorse idriche.

 

IMPATTO

16.300 persone tra bambini (circa 2.235), comunità locale, donne, fasce vulnerabili della popolazione.


 

SOSTENIBILITA'

Una estensione della durata dell'intervento iniziale è stata prevista per prolungare ed ampliare l'impatto delle attività realizzate finora. Il radicamento territoriale del partner locale (The Nhaba Foundation), la grande capacità di advocacy e lobby a livello locale e statale del Punjab, il prestigio di molti dei suoi associati garantiscono un accesso diretto ai portatori di interesse sia pubblici che privati che partecipano al processo di definizione delle politiche pubbliche dello Stato. Il progetto, in questo senso, funziona da laboratorio di sperimentazione di buone pratiche in ambito rurale e di villaggio che, una volta sistematizzate, possono essere agevolmente proposte agli attori interessati per un ampliamento della scala della loro applicazione.

 

IL PROGETTO IN SINTESI
Valore complessivo:
537.463 €

Partner principale:


intervita

 

Altri partner :
TNF (The Nabha Foundation)
Associazione FEM Italia Onlus

 

oltre al progetto


>>> al momento non ci sono altri contenuti disponibili