CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Diritto di futuro: cibo e istruzione motori dello sviluppo umano

DIRITTO DI FUTURO: cibo e istruzione, motori dello sviluppo umano

 

icona educazione mense scolasticheIntervento di creazione di mense e orti scolastici  in 26 Scuole Comunitarie del Distretto di Chipata Zambia

 

DOVE

Zambia
Provincia Est, Distretto di Chipata, area di Chipangali

 

DURATA

Dal 1 novembre 2014 

 logo diritto futuro>>> Scopri lA CAMPAGNA "FAME DI VITA" A SOSTEGNO DEL PROGETTO

 

Il progetto si inserisce e completa il programma triennale co-finanziato dalla Commissione Europea:
Realizzare il Diritto all’Educazione attraverso il supporto alle Scuole Comunitarie a Chipangali

 

CONTESTO

Lo Zambia si posiziona attualmente al 141° posto su un totale di 187 paesi in base allo Human Development Index (HDI) 2013, con circa il 64 % della popolazione che vive sotto la soglia di povertà.
La Eastern Province e specificamente  la circoscrizione di  Chipangali, nel distretto  di Chipata, è una delle aree del paese col più alto tasso di malnutrizione, soprattutto per quanto riguarda le donne e i bambini, e con elevata diffusione del virus HIV/AIDS  (26% delle persone tra 15 e 49 anni, secondo dati raccolti dagli ospedali locali e dall’OMS).
Inoltre, lo Zambia  è uno dei paesi più colpiti in termini di abbandoni scolastici, che negli ultimi nove anni sono saliti a tassi allarmanti (47%).
Le scuole comunitarie collocate  in ambito rurale o periurbano, sono strutture frequentate da bambini molto poveri che non possono permettersi di accedere alle scuole governative per i costi delle tasse scolastiche, dei materiali didattici  e delle divise. Ma gli studenti che frequentano queste scuole soffrono, più degli altri, di un’alimentazione inadeguata e insufficiente perché provengono da famiglie che hanno limitatissime capacità economiche. Spesso rimangono a scuola a digiuno  compromettendo  seriamente le possibilità  di apprendimento.
Per questo motivo il progetto nasce con una duplice finalità: da una parte  aumentare l’accesso, incentivare la frequenza scolastica (in particolare delle bambine) e migliorare la qualità dell’educazione e, dall’altra, arricchire la dieta alimentare degli alunni, offrendo loro pasti caldi e promuovendo percorsi di educazione alimentare e ambientale attraverso  l’avvio di orti  scolastici dimostrativi e l’allestimento di mense scolastiche.

 


 

OBIETTIVI

Garantire un'alimentazione adeguata allo sviluppo psico-fisico degli alunni  di  26 scuole comunitarie selezionate nel  distretto  di  Chipata, attraverso la creazione di mense ed orti  scolastici.

 


 

ATTIVITà

Creazione di orti scolastici:

  • Formazione sulla creazione degli orti  scolastici e laboratori ambientali nelle scuole. 
  • Acquisto  dei  materiali necessari per la realizzazione degli  orti: sementi, zappe, carriole, innaffiatoi, manuali  di orticoltura ed educazione ambientale.
  • Realizzazione di pozzi semiartesiani per garantire acqua ad uso irriguo e umano.
  • Coinvolgimento  degli  studenti in gruppi  di lavoro a rotazione con attività  teorico-pratiche che permettano loro  di  fare un’esperienza concreta di realizzazione degli  orti  supportata da conoscenze scientifiche.

Allestimento di mense scolastiche:

  • Incontri  di  formazione  sull’importanza  di organizzare le  mense  per  una corretta e adeguata alimentazione con i  Comitati scolastici nelle 26 scuole. 
  • Organizzazione delle attività di allestimento di 26 cucine costruite in collaborazione con i  Comitati  scolastici.
  • Acquisto  di pentole e attrezzature per la cucina: piatti, posate e bicchieri in numero  adeguato.
  • Acquisto e  distribuzione degli  alimenti  di  base per la preparazione dei pasti: riso e fagioli.
  • Preparazione dei pasti  quotidiani affidata a genitori  selezionati  all’interno  delle scuole.
  • Integrazione della dieta  con i prodotti  coltivati negli orti  scolastici.

 


 

IMPATTO

Beneficiari diretti:

  • 4.356 studenti delle 26 scuole comunitarie;
  • 104 insegnanti delle 26 scuole;
  • 156 Peer Educators membri del Club degli studenti delle 26 scuole comunitarie;
  • 260 (10 per ogni scuola) membri dei Consigli dei bambini (CCS);
  • 104 genitori membri dell’Associazione dei Genitori e degli Insegnanti (PTA) delle 26 scuole.

Beneficeranno indirettamente tutte le persone che vivono nei villaggi serviti dalle scuole selezionate (16.766 membri della comunità).

 

 


 

sostenibilità

I fattori  che concorrono  alla sostenibilità del progetto nel  tempo possono essere così sintetizzati:

  • Collaborazione permanente con i Districts Education Board Secretaries (DEBS).
  • Per rendere sostenibile e duraturo nel tempo il programma di educazione alimentare, particolare  attenzione verrà data al lavoro di sensibilizzazione con le famiglie e i docenti per far sì che le attività, una volta concluso il progetto, siano prese in carico dai 26 Comitati scolastici composti  dal direttore, dai  genitori  e dagli insegnanti.
  • Le attività di formazione previste nel progetto finanziato dall’Unione Europea, finalizzate ad aiutare i Comitati  Scolastici e a gestire meglio le risorse economiche, avranno una ricaduta positiva anche sulla gestione delle mense e degli orti scolastici.

 

IL PROGETTO IN SINTESI

Finanziatore principale:

Mediafriends Onlus, nell’ambito dell’iniziativa Fabbrica del Sorriso 2015 “Fame di vita”

  mediafriends onlus

 fabbrica sorriso new

 Il progetto si inserisce nel progetto più ampio “Rendere reale il Diritto allo Studio attraverso il supporto alle scuole comunitarie nella circoscrizione di Chipangali - Chipata Distretto di Zambia” co-finanziato dall’Unione Europea

Partner:

People Action Forum (PAF)
The District Education Board Office – Chipata
Zambia Open Community Schools (ZOCS)

 

oltre al progetto

>>> Scopri la campagna "Fame di Vita" lanciata dalla Fabbrica del Sorriso

>>> Around: quando l'hip-hop sostiene il "diritto di futuro" in Zambia

 

Diritto di futuro: la scuola comunitaria per l'educazione primaria

la scuola comunitaria per l'educazione primaria

 

icona educazione bambiniRealizzare il Diritto all’Educazione attraverso il supporto alle Scuole Comunitarie a Chipangali, nel Distretto di Chipata in Zambia

 

DOVE

Zambia
Provincia Est, Distretto di Chipata, area di Chipangali

 

DURATA

Dal 1 novembre 2014 

 

CONTESTO

Nel 2002 il governo dello Zambia ha dichiarato pubblica l’educazione primaria, nel rispetto degli ambiziosi obiettivi da realizzarsi entro il 2030 (SDGs - Sustainable Development Goals). L’educazione di qualità accessibile a tutti vuole essere la chiave per affrontare ulteriori questioni imprescindibili come quelle di genere, della povertà, dell’HIV, delle discriminazioni e dell’ingiustizia sociale. In questo contesto, dunque, le Scuole Comunitarie (SC) danno un contributo insostituibile alla diffusione di un’educazione primaria accessibile, di qualità ed equa così come auspicano i Diritti Umani Universali.
Ma perché proprio le Scuole Comunitarie? Esse nascono in Zambia nel 1982 per far fronte alle esigenze dei bambini socialmente più vulnerabili (poveri, orfani, soprattutto bambine, figli di genitori analfabeti che non riconoscono l’importanza della scuola). Le scuole comunitarie, collocate in ambito rurale o periurbano, sono strutture frequentate da bambini e bambine molto poveri che non possono permettersi di accedere alle scuole governative. Questo modello scolastico prevede il coinvolgimento diretto dei genitori che contribuiscono alla gestione e alla sostenibilità economica delle scuole stesse.

Grazie a questo progetto, ACRA intende rendere concreto il diritto fondamentale e universale ad un’educazione equa, di qualità e accessibile a tutti, indipendentemente dalla cultura di origine e dal genere cui si appartiene, o dallo status sociale e fisico che si ha. L’approccio è quello partecipativo al fine di favorire un dialogo permanente tra istituzioni e società civile, che sia orizzontale e verticale, e che coinvolga la maggior parte delle figure sociali a più livelli.

 


 

OBIETTIVI

Obiettivo generale: Contribuire alla realizzazione del diritto all’educazione in Zambia secondo i principi di un’Educazione Primaria Universale, considerando l’educazione uno strumento primario ed efficace di giustizia sociale.

Obiettivo specifico: Assicurare la qualità del servizio educativo in 26 Scuole Comunitarie a Chipangali, nel distretto di Chipata, in Zambia e favorire meccanismi di advocacy e di coordinamento tra distretto e provincia.

 


 

ATTIVITà

Il progetto prende avvio con la formazione di uno staff con competenze diversificate che, in collaborazione col Distretto scolastico, farà un monitoraggio per individuare i bisogni delle 26 scuole selezionate con l’obiettivo di definire un piano di costruzione di strutture e infrastrutture.
Nel progetto sono previste varie attività formative:

  • Educazione igienico-sanitaria rivolta a insegnanti e studenti per un corretto utilizzo dei servizi sanitari realizzati.
  • Formazione degli insegnanti all’interno del nuovo Centro di Risorse per Insegnanti realizzato nell’ambito del progetto.
  • Formazione di peer educator per la gestione di attività varie all’interno delle scuole.
  • Programma di educazione peer-to-peer focalizzato sulle questioni di genere, i cui beneficiari diretti sono i Consigli dei Bambini.
  • Formazione dei Comitati scolastici composti da genitori e insegnanti.

Inoltre, sono previsti momenti di incontro e scambio di buone pratiche tra le scuole coinvolte e a livello di Distretto e di Provincia, in collaborazione con le autorità scolastiche e organismi della società civile che si occupano di educazione.


zamchi grafico

 

Sfoglia il volantino con i risultati di progetto e i passi ancora da fare

 

                     DONA ORA!

 

 

 

 

 

 

 

 


IMPATTO

Beneficiari diretti:

  • 4.356 alunni delle 26 Scuole Comunitarie
  • 104 insegnanti formati
  • 156 peer educator
  • 260 membri del Consiglio dei Bambini
  • 104 membri delle Associazioni Genitori ed Insegnanti

I beneficiari indiretti i sono i 16.766 abitanti che vivono nei villaggi circostanti e che fruiscono dei servizi delle 26 Scuole Comunitarie.

 


 

sostenibilità

La sostenibilità dell’azione vuole realizzarsi principalmente tramite la formazione dei vari soggetti coinvolti (insegnanti, genitori, studenti) finalizzata a dare gli strumenti che permettano una continuità dell’azione oltre la durata del progetto. Inoltre, la costruzione di un saldo  e consolidato dialogo a più livelli (provinciale, distrettuale, comunitario) favorisce un impatto allargato e capillare dell’intervento attraverso la condivisione diffusa di buone pratiche sperimentate in ambito scolastico.

 

IL PROGETTO IN SINTESI

Valore complessivo:
787.867 €

Finanziatore principale:

 ue Commissione Europea

 

Atri finanziatori:

 

mediafriends onlus

8x1000 Valdese

 

Partner:

People Action Forum (PAF)

 

oltre al progetto

 

> Sfoglia la brochure del progetto

> Scopri anche il progetto "Diritto di futuro: cibo e istruzione motori dello sviluppo"

> Scopri lo studio di caso della Delegazione UE Zambia sul progetto

 

Dona ora per portare materiali didattici, libri, e banchi ai bambini di Chipata