CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il programma

IL PROGRAMMA

logo acquaevita

Il programma si svolge in Casamance, nel sud del Senegal, in partenariato con la città di Cherbourg-Octeville (una città faro nel movimento per l'acqua pubblica in Europa), le amministrazioni locali e il Programma Nazionale Senegalese per il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio su acqua e risanamento (PEPAM). Copre il idistretto di Tenghory e le sue 4 comunità rurali e si rivolge ai suoi circa 60 mila abitanti.

All'importante componente infrastrutturale per la realizzazione delle reti idriche, il programma affianca una campagna di sensibilizzazione e formazione per favorire l'adozione di comportamenti igienici corretti e per contribuire alla drastica riduzione della mortalità infantile.

Queste azioni permettono l’estensione a scala distrettuale dei seguenti tipi di interventi:

icona 1 la costruzione di una rete idrica d’acqua potabile multi-villaggio con dei rubinetti individuali;
icona 2 la promozione di strutture sanitarie individuali;
icona 3 l’educazione e la sensibilizzazione all’igiene;
icona 4 il rafforzamento di competenze nella gestione, monitoraggio e manutenzione delle infrastrutture attraverso il sostegno degli ASUFOR (Association des Usagers des Forages Ruraux, Associazioni di Utenti dei serbatoi idrici)

 

CampagnaAcqua animazionepercorsi

LE ECCELLENZE

  • L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA: l'interconnessione degli acquedotti, esperienza unica in Africa subsahariana, garantisce il servizio a ogni località anche in caso di guasto o contaminazione localizzati.
  • rete di fornitura idrica multivillaggio: la campagna permettela realizzazione di reti multivillaggio per la fornitura di acqua potabile alle quali ogni famiglia è individualmente connessa attraverso un contatore e un rubinetto. Il servizio è dimensionato per la fornitura di 30 litri di acqua potabile al giorno.
  • salubrita' dell'acqua: la campagna si inserisce in un programma unico nel Paese e uno dei pochissimi in Africa che applica in ambito rurale i piani di salubrità dell'acqua, la metodologia definita dall'OMS come la più efficace per garatnire la sicurezza della salute della popolazione.
  • Governo partecipato: il modello innovativo di gestione federata dei servizi costituisce un caso d'eccellenza studiato nel paese e utilizzato come pilota nel quadro della riforma nazionale delle politiche settoriali.
  • sostenibilità economica: attraverso la definizione delle tariffe che garantiscono l'accesso di tutti i cittadini al servizio e la copertura dei costi di esercizio e di ammortamento degli impianti ripartendoli su tutta la popolazione in modo equo e sostenibile
CampagnaAcqua_contesto_1 CampagnaAcqua_programma_1 CampagnaAcqua amici 1 CampagnaAcqua voci CampagnaAcqua_sostieni_1

Il contesto

IL CONTESTO

logo acquaevita

Il Senegal è uno dei Paesi più poveri del mondo dove oltre la metà della popolazione vive sotto la soglia di povertà estrema. Inoltre è uno degli stati africani più minacciati dall'avanzare della desertificazione.

contesto

L'accesso a fonti di acqua potabile nelle aree rurali è un diritto negato al 36% delle persone, mentre solo il 66% della popolazione ha accesso a servizi igienici adeguati.

Nelle aree rurali questa percentuale scende al 17%.

Nell'ambito della lotta alla povertà il governo ha individuato come settori strategici di intervento lo sviluppo dell'integrazione regionale e il miglioramento delle infrastrutture idriche e igieniche, in particolare nelle aree rurali dove l'accesso a fonti di acqua potabile e a servizi igienici è ancora molto limitato.

In questo contesto problematico e complesso s'inserisce la campagna l'acqua è vita.

SCOPRI una giornata senz'acqua
CampagnaAcqua_contesto_1 CampagnaAcqua_programma_1 CampagnaAcqua amici 1 CampagnaAcqua voci CampagnaAcqua_sostieni_1

Gli amici

GLI AMICI

logo acquaevita

Per sostenere la campagna sono state promosse numerose inizative di sensibilizzazione e di raccolta fondi.

Grandi donatori ci stanno sostenendo con azioni di solidarietà, oltre ai finanziatori pubblici e ai numerosi sostenitori privati, anche la Banca Monte Paschi di Siena che con l'iniziativa 1472 ha deciso di accompagnare il lancio di un'etichetta di vini e di una linea di abbigliamento.

Testimonial della campagna Tania Cagnotto, la prima donna italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale nei tuffi, Simone Rugiati, uno degli chef più creativi del momento e Massimo Giletti, conduttore televisivo.

CI HANNO GIA' AIUTATO:

Unione Europea mae cherbourg logo cherbourg2 pepam
agenzia eau normandie maratonaDellAcqua logo senegal logo kdes mps

 

CampagnaAcqua_contesto_1 CampagnaAcqua_programma_1 CampagnaAcqua amici 1 CampagnaAcqua voci CampagnaAcqua_sostieni_1

Una giornata senz'acqua

UNA GIORNATA SENZ'ACQUA

logo acquaevita

giornata 1

Innanzi tutto: se state cercando di sopravvivere a una giornata senz'acqua, siete donne.

L'approvvigionamento di acqua per voi e per la vostra famiglia è un vostro problema per tradizione, per usanza, per ingiustizia...

Ma non perdetevi d'animo.

Milioni di donne affrontano la stessa situazione ogni giorno!

Uscite di casa, andate alla fontana pubblica a riempire un secchio d'acqua. Diciamo che, se siete fortunate, sono tre chilometri a piedi tra andare e tornare.
Vi tocca partire presto altrimenti perderete un sacco di tempo aspettando il vostro turno.

giornata 3

Non importa quanto pesante sia il secchio: dentro quel secchio c’é tutta l’acqua che potete usare in una giornata. Più ne volete, più pesante sarà il secchio

Se siete in forma 10 litri dovreste riuscire a portali (una confezione di bottiglie d’acqua da 1 litro e mezzo). Non disperate, in Africa le donne portano taniche da 15/20 litri..

giornata 1

Forse non basta. Sicuramente non basta. Avete bisogno di altra acqua. Fatevi dare una mano dai vostri figli: lasciate perdere la scuola, mandateli alla fontana. Da soli. Si arrangeranno.

Diciamo che avete due figli e ora avete 30 litri d’acqua. Ancora troppo poco.

Però vicino a casa c’é un pozzo abbandonato, l’acqua è sporca, ma forse può andar bene.

Certo il rischio di ammalarsi c’é, ma la fontana è davvero troppo lontana.

E poi potreste risparmiare acqua lavando meno i panni o le stoviglie (aumentando ancora di più il rischio ammalarsi).

Milioni di donne affrontano la stessa situazione ogni giorno!

Che c'é adesso? Vi scappa? Cercate un posto riparato dove potervi liberare.
L'androne del palazzo? Il cortile di fronte?

Potete resistere quanto vi pare, ma prima o poi dovrete scegliere. E non vi lamentate se i vicini di casa ci hanno pensato per primi.

State attenti: le feci sono il principale veicolo di trasmissione di malattie gravi come la salmonellosi, l'epatite, il tifo, il colera...

Quando diciamo che l'acqua è vita, intendiamo acqua pulita...

Se non ci avete pensato, sappiate che ammalarsi comprometterà la capacità di apprendimento dei vostri figli e la vostra indipendenza. Non potrete lavorare.

Non potrete andare al pozzo.

Non potrete raggiungere posti salubri dove fare i vostri bisogni...

giornata 25

Se pensate che sia troppo difficile vivere così, potete mettervi in fila di fronte a un rubinetto con tutte le persone nelle vostre stesse condizioni: sareste l'ultimo di una fila lunga dieci volte il giro del mondo.

Non vi lamentate, quando vorrete andare in bagno sarà peggio: la fila sarà lunga trenta volte il giro del mondo!

CampagnaAcqua_contesto_1 CampagnaAcqua_programma_1 CampagnaAcqua amici 1 CampagnaAcqua voci CampagnaAcqua_sostieni_1

Le voci

GLI AMICI

logo acquaevita

virgolette apertura

Io e le mie colleghe ci occupiamo dell'attività di animazione e sensibilizzazione sull'igiene e sull'utilizzo dell'acqua nella comunità rurale di Coubalan. Abbiamo ricevuto una formazione da ACRA e poi dal mese di ottobre, abbiamo iniziato ad andare di villaggio in villaggio con l'obiettivo di incontrare le comunità per far loro comprendere l'importante di utilizzare l'acqua potabile e le latrine.
icona 3In ogni villaggio cerchiamo di parlare con le persone, se incontriamo qualcuno che non beve acqua di rubinetto gli chiediamo il perchè e se la persona risponde che preferisce l'acqua del pozzo, gli spieghiamo le malattie legate all'utilizzo dell'acqua non potabile e cerchiamo di sensibilizzarlo e convicerlo a cambiare.

Certo l'acqua potabile del rubinetto non è del tutto gratuita, non potrebbe esserlo. Il nostro lavoro è proprio quello di far capire che per avere acqua buona è necessario anche pagare piccole cifre, indispensabbili per curare la manutenzione dell'acquedotto. Noi vogliamo portare la popolazione a uno sviluppo duraturo e vogliamo che diventi autonoma sulla gestione dell'acqua. virgolette chiusura

FATIMA BADJANE - Animatrice ACRA

Comunità rurale di Coubalan - Regione di Ziguinchor


virgolette apertura

I pozzi tradizionali non sono coperti eicona 3 dunque l'acqua è spesso impura e provoca diarrea e altre malattie che colpiscono soprattutto i bambini.

L'acqua potabile è fondamentale per la salute e ora con i rubinetti i bambini stanno molto meglio...

Siamo proprio soddisfatti perchè l'acqua e' vita, e' salutevirgolette chiusura

maria constance dijemme

Comunità rurale di Coubalan - Regione di Ziguinchor

virgolette apertura

I vantaggi di avere i RUBINETTI IN CASA sono davvero tantissimi. Non devo più fare tanta strada per andare a prnedere l'acqua e quindi io posso lavorare molto di più nei campi per raccogliere il miglio, ho più tempo per cucinare e per occuparmi dei miei figli. Ma posso anche andare al mercato per vendere il pesce e anche per comprare ciò che serve alla mia famiglia, per esempio i legumi. virgolette chiusura

marie clemence

Comunità rurale di Coubalan

Regione di Ziguinchor

 

CampagnaAcqua_contesto_1 CampagnaAcqua_programma_1 CampagnaAcqua amici 1 CampagnaAcqua voci CampagnaAcqua_sostieni_1

Altri articoli...

  1. Sostieni